Dormire a Tokyo negli internet cafè

by

Sono stato in Giappone per un totale di quasi due settimane, partendo da Milano Malpensa ad inizio Gennaio 2011. Una delle cose più importanti in un viaggio, è dove passare la notte. Si tratta ovviamente d’un fattore fondamentale, sia in termini puramente economici che pratici, questa soluzione è una delle più economiche possibili per chi ama l’avventura e la spartanità di un viaggio.

La prima cosa da fare, è decidere dove dormire, le alternative sono tantissime ed io ho optato per una scelta coraggiosa, ma sopratutto poco onerosa: ho dormito negli internet cafe.
Inizialmente non ero del tutto convinto dell’idea di non avere un posto fisso dove passare la notte, ma poi con il tempo ho capito che sarebbe stato interessante provare.

Come funzionano gli internet cafe?

E’ tutto molto semplice, innanzitutto è un ambiente molto particolare. Vengono anche chiamati “Manga Kissa“, perché oltre ai computer è presente anche una fornita libreria di manga, che possono essere comodamente letti e riposti una volta terminata la lettura (i manga in inglese sono molto rari).

Un internet Cafè a Tokyo – © SimonkCreative Commons

Quando raggiungerete per la prima volta una determinata catena di internet cafe vi chiederanno se avete la tessera, io la prima volta non riuscivo a capire… dopo circa un minuto di gesticolazioni ed inglese al tizio del bancone… finalmente avevo compreso ciò che voleva. La prima volta vi chiederanno un documento, nel caso vostro (e mio) gli dovrete mostrare il passaporto. Faranno una fotocopia del documento e vi fanno compilare un foglio. Non è nulla di complicato, ma se avete dei problemi sicuramente qualcuno vi aiuterà. Finita questa noiosa prassi, vi verrà data una tessera in cui con un pennarello indelebile segnerete il vostro nome e cognome. Complimenti! da adesso in avanti se andrete in quella determinata catena di internet cafe vi basterà solo mostrare la tessera e pagare.
Questa cosa non comporta nulla, è solo un modo per proteggersi della società dell’internet cafe, in caso rubiate o rompiate qualcosa, quindi non spaventatevi, dopotutto i documenti li chiedono anche negli alberghi.
Questa è la carta che mi hanno dato nella catena Manboo:

La carta che danno a Manboo dopo la prima volta che visiterete questa catena.

Dopo aver fatto la carta, vi verrà chiesto quanto intendete fermarvi: le possibilità sono molteplici, ma bisogna scegliere con criterio. La tariffa standard è di 105 Yen (circa) ogni quarto d’ora, il che tradotto in termini orari, significa 420 Yen ogni ora (non è sempre così, a volte può essere qualche decina di Yen in più). Ovviamente se rimanete solo un ora o mezz’ora vi conviene. Se invece volete passare la notte, il trucco è usare i pacchetti ad ore multiple. In pratica esistono diversi pacchetti d’ore: quello da 3, 6 e da 9 (di solito). Quello da 3 ore può costarvi 1000 Yen, invece di oltre 1200 Yen se non aveste usato il pacchetto. Il migliore per passare la notte è quello da 9 ore. Lo potete fare solo dalle 21:00 in poi e vi costerà 1900 Yen (nei week and e nei giorni festivi potrebbe costare circa 200 Yen in più), quindi se ad esempio arriverete nell’internet cafe alle 22, avrete la possibilità di pagare fino alle 7 del mattino. Se arriverete prima delle 21 però sappiate che non potrete usare questo pacchetto, fino allo scoccare preciso delle 21. Passate le nove ore comunque non siete assolutamente obbligati ad andarvene, potete rimanere nell’Internet cafe anche due giorni, sappiate solo che passato il pacchetto delle nove ore scatterà la tariffa di ogni quarto d’ora, quindi se ad esempio all’inizio avete pagato 1900 Yen per nove ore, al mattino se state 1 ora più, pagherete ciò che avanza al momento dell’uscita, vale a dire circa 400 Yen in più. In ogni caso pagherete sempre poco rispetto al dormire in un albergo od ostello, per 18€ o poco più a notte potrete stare a Tokyo, in centro città ed avere internet veloce a disposizione… inoltre avrete a disposizione diverse bibite analcoliche gratuite illimitate, caffè, cioccolata calda ed in alcuni casi anche il gelato.
Sono aperti 24 ore su 24 e si trova quasi sempre posto. Se troverete pieno comunque non allarmatevi, potete tranquillamente aspettare che si liberi un posto (vi daranno un numero), oppure uscendo e facendo una passeggiata potrete provare in un altro internet cafe (ce ne sono diversi in giro).
Io ho sempre trovato posto alla sera, solo una volta di giorno ho dovuto aspettare 20 minuti.
Sappiate che comunque questa è una soluzione indicata solo per i giovani avventurosi che si sanno adattare facilmente, infatti non avrete a disposizione una vera stanza, ma una piccola stanzetta privata, che prenderete sul momento e che non potrete assolutamente prenotare. Appena arriverete vi verrà chiesto che sistemazione volete; innanzitutto chiedete la private seat, c’è anche la possibilità di richiedere la open seat, ma è in pratica una scrivania con una sedia, ed è praticamente impossibile dormire. Se chiedete la stanza privata, ci sono due alternative, la flat seat, vale a dire un pavimento morbido dove potrete stare seduti in modo Giapponese, oppure la Reclining seat, vale a dire una sedia reclinabile. Io ho sempre dormito sulla flat seat e non ho mai avuto problemi nel sonno. Troverete anche un cuscino, mentre di solito non danno nessuna coperta, ma non è un problema, dato che la temperatura in quell’ambiente è sempre calda.
Vi chiederanno anche se siete fumatori, anche se lo siete, vi consiglio di chiedere la zona “No Smoking“, perché credo che non ci sia nulla di più fastidioso che dormire con la puzza di tabacco sotto il naso (se a voi fa piacere siete liberi di scegliere).

Ecco un video di pochi secondi, che ho girato il mio primo giorno all’internet cafe:

Tralasciando la mia faccia che era decisamente fusa dal lunghissimo viaggio e da ore di sonno arretrate (ero arrivato in Giappone da pochissime ore), come potete vedere la stanza dove passerete la notte è davvero piccolina ed essenziale. La privacy non è come in una stanza d’albergo, c’è un piccolo spazio sotto la porta che permetterebbe a chiunque di guardare dentro (nessuno lo fa, state tranquilli) e sicuramente è meno sicuro di qualsiasi altra sistemazione. Ma tenete conto di due cose: il Giappone è uno degli stati con il minor numero di reati a sfondo di furto al mondo e vi basterà tenere la borsa sotto alla scrivania del computer e neanche Lupen III vi potrà rubare qualcosa… io mi sono sempre sentito tranquillo e lasciavo anche la stanza per andare in bagno senza preoccupazioni.

Per quanto riguarda il bagno e la pulizia?

Nessun problema. Negli internet cafe c’è sempre un ottimo bagno con lavandino e gabinetto… anche molto pulito. In quello che andavo io il bagno era uno solo e piuttosto piccolo ed in alcuni orari c’era un po di gente in attesa, ma quello è l’ultimo dei problemi, ma in alcuni internet cafè (ad esempio il Bangus a Shibuya) è molto più grande.
Se però volete lavarvi, anche in questo caso non esiste alcun problema, la maggior parte degli internet cafe ha una sezione di docce a gettoni con acqua calda. Quando arrivate chiedete della doccia e per pochi Yen potrete lavarvi in completa tranquillità. Addirittura in alcuni c’è anche l’idromassaggio!
Se dovete cambiarvi i vestiti io vi sconsiglio di farlo nella vostra stanza, malgrado siate chiusi, correrete un remoto rischio d’imbarazzo nel caso qualcuno apra per sbaglio la vostra porta (mai successo), quindi vi sarà sufficiente andare nel bagno, oppure cambiarvi il giorno dopo in un bagno d’un centro commerciale o in una stazione (attenzione però che alcune stazioni sono sporche come in Italia). Io comunque nella fretta di alcuni giorni mi sono cambiato nella stanzetta fregandomene, non ho avuto problemi.

Quali catene di Internet Cafe ci sono?

Io ho provato solo due catene di internet cafe: Gran Cyber Cafe Bangus ed il Manboo. Esistono anche molte altre catene come ad esempio il Gera Gera o il Popeye (ma sono molti di più), non ho sentito parlare bene del Gera Gera, mentre del Popeye non tutti ne parlano male, ma è qualitativamente lontano anni luce dal Gran Cyber Cafe Bangus.
Quindi il migliore in assoluto è il Gran Cyber Cafe Bangus (che purtroppo si trova solo a Tokyo) dove ho dormito tutte le notti che ho passato a Tokyo.

L’insegna della catena Manboo, è facile da riconoscere grazie alla somiglianza con la scritta Yahoo – © Jerone2Creative Commons

Il Manboo è leggermente più economico del Gran Cyber Cafe Bangus, ma ha computer meno potenti e più vecchi, le stanze sono un po più scomode ed internet va più lentamente (che comunque è sempre più veloce di una normale dsl). Nel Manboo ho avuto anche alcuni problemi una volta, era pomeriggio ed io avevo voglia di stare tranquillo un oretta per vedere le mail e stare un po su internet, quel giorno l’internet cafè era pieno (ero a Shinjuku, potete immaginare il casino) e mi avevano fatto aspettare parecchio, arrivato il mio turno mi viene dato un computer con un password… su un foglio mi avevano scritto qual’era il codice da inserire, peccato che fosse sbagliato e ci misi praticamente mezz’ora in più a farmi capire per farmi dare un altro computer. E’ stato l’unico problema che ho avuto a Maboo, per il resto mi sono sempre trovato bene.
Ho dormito sempre allo stesso Gran Cyber Cafe Bangus a Shinjuku, mentre nei Mamboo ci sono andato qualche volta di giorno, quando ero un po stanco dalle lunghe camminate e dovevo rispondere alle mail.

Dove si trovano gli internet cafe a Shinjuku?

Trovarli non è difficile, ma per una persona che arriva per la prima volta a Tokyo non è sicuramente un operazione semplice.
Leggi questo articolo che ho scritto, sono elencati alcuni dei principali internet cafe di Shinjuku con la relativa ubicazione.
Comunque sono molti numerosi nel territorio giapponese (anche se alcune città poco turistiche possono funzionare con regole, prezzi ed orari differenti), se comunque non riuscite a trovarne nessuno, chiedete in una stazione di polizia, vi sapranno sicuramente dare delle informazioni valide… al limite potete dormire in un Karaoke allo stesso prezzo, in un qualsiasi hotel (esistono parecchi hotel abbastanza economici di ottima qualità), in un Capsule Hotel o addirittura in alcuni templi… in poche parole se andate in Giappone all’avventura troverete sempre un posto dove passare la notte, al limite vi potete andare a bere in qualche locale o passare una serata in giro per strada, sono tanti i locali che rimangono aperti tutta la notte.

La libreria di manga di un internet cafe – © 1YenCreative Commons

Quali sono i vantaggi nel dormire in un internet Cafe a Tokyo?

1) Sono economici, con pochissimi soldi si può passare la notte senza problemi, al caldo e con internet a completa disposizione.

2) Sono nel cuore di Tokyo, molte volte vicino alle principali stazioni, a pochi passi dalla vita notturna o dalle zone migliori da visitare. Con un Hotel molte volte si è costretti a camminare parecchio perché si trovano fuori mano.

3) Non ci sono orari, dormendo negli internet cafe non avete un orario preciso, molti hotel hanno fastidiosi orari di rientro, con un internet cafe questo problema non esiste, sono aperti 24 ore su 24.

4) Non c’è bisogno di prenotare, se dormite in un internet cafè non dovete prenotare nulla, arrivate sul posto, dite quante ore volete rimanere, pagate ed una stanza diventa momentaneamente vostra… più semplice di così!

5) Bevande illimitate comprese nel prezzo.

6) Internet ad una velocità assurda.

7) Vivere in un luogo atipico, strano, bellissimo e quasi mistico… un esperienza assolutamente da provare!

Altri dettagli?

Tra le poche altre cose utili da sapere: negli internet cafe bisogna fare silenzio (nel mio video, in via eccezionale c’era un po di rumore, ma è molto raro che capiti) ma si possono usare le sveglie portatili al mattino per potersi svegliare in tempo (di solito le prime sveglie si sentono intorno alle 7 quando molte persone devono prepararsi per andare al lavoro). A volte nella vostra stanza avrete con voi anche una PlayStation 2, una televisione (in molti casi integrata nello schermo del computer), mentre avrete sempre con voi un paio di cuffie, è vietato collegare al computer casse esterne, ma questo mi sembra piuttosto scontato.

Di cose da dire ce ne sarebbero ancora molte… se hai qualche domanda, non esitare a scrivermi, risponderò sicuramente!

Scrivimi un’ e-mail

I prezzi citati in quest’articolo possono subire variazioni e cambiamenti durante il corso degli anni, sono numeri risalenti a Gennaio 2011, contattami per maggiori informazioni

Potrebbe anche interessarti:

9 Commento
  1. […] Dormire a Tokyo negli Internet Cafe Pubblicato il 20/01/2011 da Alberto Bracco Tweet[Articolo trasferito, aggiornato e convertito su Albyphoto.it] […]

  2. Marco Togni 6 anni ago
    Reply

    Bell’articolo!

    • Alberto Bracco 6 anni ago
      Reply

      Grazie Marco! detto da te è un onore! XD Tra l’altro è grazie a te che ho trovato la spinta per andare in Giappone! ;)

      • Elisa 3 anni ago
        Reply

        Articolo interessante e ben scritto. Complimenti! Hai spiegato come funzionano in modo davvero chiaro. Amo il giappone e spero di andarci in viaggio il prima possibile. Una curiosità: per le coppie è possibile dormire negli internet cafè??immagino ovviamente si debba pagare due stanze ma è possibile poi cambiare stanza e dormire in due in una?Scusa la domanda forse scema…

        • Alberto Bracco 3 anni ago
          Reply

          Grazie mille!! Io spero di tornarci il prima possibile! :)
          Per quanto riguarda la tua domanda: alcuni internet cafè dispongono di stanze leggermente più grandi adatte a due persone, ma con un costo maggiore, ma non sono presenti in tutti gli internet cafè, ti consiglio di chiedere direttamente alla reception! :)

  3. […] molte e-mail di persone che mi chiedono informazioni sul dormire negli internet cafè, è importante ricordare che nella dogana giapponese non sono ben visti i viaggi avventurosi, è […]

  4. Nunzio 2 anni ago
    Reply

    Mai stato a Tokyo.

  5. Federica 2 anni ago
    Reply

    Se prima avevo dei dubbi sul girovagare per il Giappone da sola, tu me li hai fatti passare tutti. Ora non vedo l’ora di partire e provare quest’esperienza all’avventura! Grazie

    • Alberto Bracco 2 anni ago
      Reply

      Prego! Il Giappone è uno dei paesi più sicuri al mondo! :D Buon viaggio, ma sopratutto: Buon Giappone!! :D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico.