Fiesole

by

Una piccola ed interessante cittadina toscana, si trova a circa 2 Chilometri da Firenze, ed oltre ad essere un luogo pieno di punti d’interesse turistico/culturale, è anche uno dei migliori punti panoramici per vedere la città di Firenze dall’alto. Si trova quindi in una posizione sopraelevata rispetto al capoluogo toscano,  subito dopo una delle zone residenziali più “in” di Firenze (un po come a la collina di Torino ndt.).

Questa cittadina si raggiunge con molta facilità da Firenze, in macchina, ma io consiglio di raggiungerla in bus, dato che Fiesole è ben collegata con bus che passano quasi ogni ora (esso parte da Firenze, in Piazza San Marco). Il cuore della città è costituito da Piazza Mimo da Fiesole, il centro pulsante del luogo, oltre ad essere sedo di numerose attività, è il punto di partenza per la visita del territorio.

Rendere esaustivo quest’articolo su Fiesole è praticamente impossibile, io stesso ci sono stato, ma solo per pochissime ore ed in una giornata tra l’altro piovosa. Pertanto in quest’articolo mi limito a mostrare le (poche) cose che ho visto, più alcuni degli elementi che ritengo più importanti.

Cenni storici:

Anche la storia di Fiesole è lunga e complessa, ed al contrario di molte città, ha radici veramente antiche. Corre il IV secolo a.C. all’epoca Fiesole veniva chiamata con il nome etruscoVipsul”, era una città fiorente ed importante e dal III secolo a.C. fu anche alleata di Roma. Quasi quattro secoli più tardi la città divenne romana, in seguito al suo coinvolgimento con la guerra sociale del 90 d.C.

La zona archeologica di Fiesole – Foto: © NikaterCreative Commons

Curiosità: in cima ad una collina di Fiesole, oggi sorge il Convento di San Francesco, all’epoca romana, quando la città veniva chiamata con il nome di “Faesulae“, sorgeva l’acropoli della città, che era un vero e proprio gioiello in questo territorio, all’interno di quest’acropoli c’erano sicuramente templi, palazzi e la piazza principale. All’epoca non mancavano anche un campidoglio, un foro, un teatro ed addirittura un impianto termale. Parte di tutto ciò oggi, per gran parte è andato perduto, ma nella zona archeologica di Fiesole si possono ancora oggi ammirare la magnificenza ed il potere che scorreva in questo piccolo angolo dell’impero Romano (nonché anche ammirare la grande abilità costruttive degli etruschi).

 Convento di San Francesco:

Si trova nel punto più alto della città, e come ho già scritto, è la zona dove ai tempi dei romani sorgeva l’acropoli e l’area centrale di Fiesole. Questo convento venne fondato nel 1399, anche se fu necessario un ulteriore secolo per renderlo come lo vediamo oggi. La chiesa ha uno stile vagamente gotico, ed in puro stile francescano, è semplice ed essenziale.

Mura etrusche:

E’ l’antico sistema difensivo della città, risale a diverse epoche, a partire dal periodo etrusco fino a quello romano. In origine il muro circondava completamente Fiesole con una lunghezza totale pari a due chilometri.

Vennero in gran parte abbattute nel 1125, in seguito all’assalto e la conquista da parte di Firenze. Malgrado ciò una grande porzione venne risparmiata. Le mura sono splendidamente conservate ed ancora oggi hanno un aspetto incredibilmente solido.

Altre foto:

Firenze dall’alto, la splendida vista da Fiesole.

Potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico.