Gabiano

by

Gabiano è un piccolo comune in provincia di Alessandria, conta circa 1.250 abitanti ed è conosciuto per la viticultura e l’antico e bellissimo castello poggiato in coma alla collina del paese. Gabiano è sorto in un luogo facilmente difendibile dal punto di vista strategico-militare, il borgo infatti è sorto insieme al castello, sopra una collina alta 300 metri, che offre un ottima vista di tutta la pianura circostante. E’ un paese rilassante, poco conosciuto e frequentato solo da turisti che fortuitamente ne hanno sentito parlare, è un luogo che nasconde storia e tesori dietro ad ogni angolo!

Cenni storici:

La storia di Gabiano è direttamente legata al suo omonimo castello. Le origini sono romane, lo stesso nome è di derivanza romana,tra il IV ed il v Secolo d.C. nelle vicinanze della collina di Gabiano correva una delle tante strade dell’impero, in tale periodo venne costruito un piccolo insediamento rurale romano, che appartenevano ad un personaggio che guarda caso si chiamava Gabius, praticamente lo stesso nome dell’odierno borgo, che con il correre dei secoli ha mantenuto il nome del suo antico padrone terriero. Altre ipotesi sulle sue origini, sostengono che il nome Gabiano derivi dai Liguri Bigienni, detti anche Gabieni.

Nel corso dei secoli a Gabiano passarono tante popolazioni nordiche e germaniche, fino a diventare un piccolo feudo nel periodo di Carlo Magno. Il periodo di maggiore splendore avvenne nel periodo medievale, lo stesso periodo storico dove venne rimaneggiato il già presente castello e trasformato in una inespugnabile fortezza.

Il Castello:

Sorge a picco sul Fiume Po, sopra un antica collina che domina il paesaggio circostante. Il Castello di Gabiano può essere notato anche da notevole distanza e vanta di essere uno dei castelli più belli e conservati della zona del Monferrato. E’ antico e maestoso, venne citato per la prima volta in un documento del VIII secolo.

Questo castello, per secoli ha avuto un importanza vitale per la vita di Gabiano e del territorio circostante, sia dal punto di vista economico, sociale e difensivo. Il castello infatti ha visto innumerevoli battaglie ed assedi, passando di proprietà innumerevoli volte, dai Montiglio, i Gonzaga fino ad arrivare al Duca Ferdinando di Mantova, questo castello è stato oggetto di dispute e lotte per innumerevoli secoli.

Se oggi vediamo un castello in buona salute, dall’aspetto antico ma non fatiscente, con mura solide e non pericolanti, dobbiamo ringraziare i restauratori che lavorarono per il Marchese Giacomo Durazzo Pallavicini, che nel 1907 iniziarono l’importante restauro del castello, che venne terminato solo nel 1935, questa volta dalla Marchesa Matilde Durazzo Pallavicini dei Principi Giustiniani.

Il castello è davvero impressionante, a partire dalla sua maestosità, fino ad arrivare al suo bellissimo ed intrigante giardino. Il castello non è visitabile all’interno (è privato), mentre il giardino con soli 5€ è possibile vederlo liberamente in tutta la sua grandezza, insieme anche al bellissimo labirinto.

Il labirinto del castello è un vero e proprio monumento storico, ed è una vera e propria rarità nel Piemonte (non sono molti i labirinti storici conservati in buone condizioni), il labirinto è stato progettato dall’architetto Lamberto Cusani negli anni ’30 del ‘900. Il labirinto racchiude tantissimi significati, simbolismi e codici matematici, che lo rendono ancora più affascinante misterioso. Esso è perfettamente visitabile, non è particolarmente difficile orientarsi al suo interno, l’unica mancanza è un uscita dalla parte opposta.

Le siepi del labirinto sono le stesse di un secolo fa, si tratta infatti di rari esemplari di buxus sempervivirens, ormai  di vita secolare.

Nella casa da caccia sono disponibili anche 8 posti letto, per chi intendesse passare qualche giorno nella tranquilla vita di Gabiano e del suo castello.

Chiesa di San Pietro Apostolo:

Non è l’unico antico edificio di Gabiano, ma è forse uno dei più interessanti insieme al castello, il campanile di questa chiesa infatti, è quello che rimane della precedente costruzione romanica del XI Secolo. Oggi la chiesa è delXVII Secolo ed ha prettamente uno stile neoclassico con una splendido campanile in stile gotico. La facciata dalle chiesa è piuttosto semplice, con linee in puro stile ottocentesco con colori uniformi e linee precise.

A lato della chiesa si trova un piccolo campo da calcio con giardino e la casa parrocchiale, costruita nel XVII secolo.

Altre foto:

Altre foto di Gabiano

Potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico.