Golden-Gai (Shinjuku)

Feb 06, 2012 1 Commento by

Una zona al di fuori della realtà… questo è quello che ho pensato la sera in cui misi piede per la prima volta, in questa piccola area di Shinjuku, vicino alla zona della vita notturna Kabuki-cho… ricordo che inizialmente la trovai per puro caso, era la mia prima volta in assoluto in Giappone, non conoscevo praticamente nulla di Tokyo, se non per sentito dire o tramite alcuni video su Youtube. Era proprio la mia prima sera a Shinjuku, malgrado la stanchezza girovagai nella speranza di potermi orientare meglio nei giorni successivi, fino a quando per puro caso trovai il Golden-Gai, rimanendo stregato ed in qualche maniera intimorito dall’atmosfera che respiravo in quello strane vie.
In realtà avevo già letto diverse indicazioni sul Golden-Gai ed a casa avevo visto diversi video su questa particolare zona di Tokyo, ma non immaginavo le emozioni contrastanti che dominano la mente mentre si cammina per queste minuscole vie.
Si tratta di una zona costellata da circa 200 minuscoli bar, ogni locale ospita al massimo 5 o 10 persone per volta, essendo piccolissimi e di conduzione famigliare, l’atmosfera al loro interno è incredibilmente amichevole e casalinga… se siete timidi quasi sicuramente non vi troverete bene ad andarci da soli, perché è praticamente inevitabile fare amicizia e parlare con il vicino di posto o con il gestore del bar… all’interno si bevono alcolici, si chicchera, si brinda (gridando un sonoro “Kanpai!!” che tradotto in italiano significa “cin-cin“) e si passano delle ore in compagnia di amici… se il locale è pieno, la porta viene chiusa impedendo ad altri clienti d’entrare. E’ un luogo piuttosto famoso, molti artisti, attori, registi e personaggi famosi si recano spesso a bere al golden-Gai, ma è sopratutto la gente comune a farlo da padrone, malgrado i prezzi non siano economici come in normali bar (niente di esorbitante comunque, una birra può costare circa il 30% in più rispetto ad un normale pub).

Una delle numerose entrate della zona del Golden-Gai – Foto: © – pictureTYO – Creative Commons

Non è raro in alcune sere vedere lunghe file davanti alcuni bar, infatti in Giappone è molto comune fare la file per attendere l’entrata in un determinato luogo, ad esempio se vedete un ristorante con una fila di persone all’esterno, significa quasi sicuramente che quel ristorante è di qualità, stesso discorso viene applicato nel Golden-Gai. Piccola nota: ricordate sempre che è maleducazione rimanere più del dovuto in un ristorante quando c’è una fila all’esterno.

Le insegne di un bar – Foto: © – PakittCreative Commons

Tornando all’argomento Golden-Gai, di giorno non è nulla di speciale, dato che i toni noir sono “visibili” solo dopo il crepuscolo, non fatevi spaventare dall’atmosfera, è una zona sicura a qualsiasi ora, quindi girovagate per questi vicoli quanto volete ed a che ora volete! Se volete vedere gente andate durante i week-and, non tutte le sere però è ricolmo di persone, mi pare che in alcuni giorni della settimana i locali siano chiusi anche alla sera, ma essendo in un luogo decisamente centrale non costa praticamente nulla darci un occhiata!

Come appare il Golden-Gai di notte – Foto: © – Théo La PhotoCreative Commons

Di giorno i bar sono chiusi, se però quello che cercate sono delle caratteristiche fotografie, anche di giorno è un luogo interessante da visitare, richiede pochi minuti l’esplorazione di quest’area e sicuramente è qualcosa che va assolutamente visto se amate il sapore antico e moderno del Giappone.

Molte persone confondono questo posto con la zona a luci rosse di Tokyo, non è assolutamente vero, nel Golden-Gai non c’è assolutamente la prostituzione, in futuro scriverò un articolo sull’argomento.

Altre Fotografie:

Nell’archivio fotografico ci sono tutte le foto che ho fatto nel Golden-Gai.

Print Friendly
Giappone

Autore articolo:

Amministratore e fondatore di questo sito, fotografo e videomaker. Ha iniziato a fotografare nel 2010, dal 2013 in poi ha iniziato ad esplorare posti abbandonati, realizzando e pubblicando video su Youtube. Instancabile, curioso ed un po' spericolato. E' sempre alla ricerca di ciò che è nascosto, e che attende d'essere documentato.

One Response to “Golden-Gai (Shinjuku)”

  1. Albyphoto Blog - Golden-Gai: un luogo surreale nel cuore di Tokyo says:

    […] Golden-Gai: un luogo surreale nel cuore di Tokyo Pubblicato il 05/04/2011 da Alberto Bracco Tweet[Articolo modificato, aggiornato e trasferito su http://www.albyphoto.it/articoli/golden-gai/%5D […]

Lascia un commento