Montalto Dora

Lug 02, 2012 10 Commenti by

Montalto Dora è un comune di circa 3.500 abitanti, si trova in Piemonte, nelle immediate vicinanze della città d’Ivrea, è l’ultimo comune Piemontese prima dell’inizio della Valle d’Aosta. Qualche decennio fa il comune era valdostano, quando la Valle d’Aosta arrivava fino alla città d’Ivrea, oggi invece fa parte del Piemonte. E’ meta di un discreto flusso turistico, attratto principalmente dal tipico panorama piemontese, ricco di storia, l’imponente castello ed i numerosi ed incontaminati laghi che siedono in quest’area.

Il Castello:

E’ ciò che viene notato immediatamente, questa imponente struttura infatti è visibile anche a molti chilometri di distanza. E’ la fortezza che per secoli ha difeso e sorvegliato il passaggio che conduce nell’area della Valle d’Aosta. La sua imponente presenza risale a ben prima di quanto si possa immaginare, alla vista sembra quasi che il castello sia stato costruito l’altro ieri (viste le sua perfette condizioni), ma le sue origini sono molto più antiche delle apparenze… le prime testimonianze del castello risalgono al 1141, anno in cui esso venne per la prima volta citato in un documento ufficiale, ma la sua esistenza è quasi sicuramente antecedente a tale data.

Il castello che oggi vediamo, però, ha un aspetto leggermente diverso da quello originale, all’inizio del 1300 vennero effettuate varie modifiche architettoniche, venne costruito il mastio e sono rafforzate le mura atte a difendere la fortezza, nel 1403 vennero infine ulteriormente ampliate con la costruzione della torre Chiaverana, la cappella interna ed il campanile. Da allora non vennero effettuate altre grandi modifiche, anche perché i seguenti secoli furono teatro di violenti attacchi, che non sempre si conclusero bene: nel 1641 il castello venne completamente smantellato (al suo interno), malgrado ciò esso è oggi in condizione ammirevoli, rientra infatti tra uno dei castelli meglio conservati.

Il castello è privato, ma da quello che ho letto è possibile visitare una parte del suo interno (solo parzialmente), per maggiori informazioni ho trovato questo numero telefonico: 0125.652771 (è il numero d’informazione turistica di Montalto Dora). Il castello è comunque visitabile solo in particolari momenti dell’anno, durante le giornata di primavera del F.A.I. ed in occasione di aperture straordinarie.

Lago Pistono:

E’ un piccolo lago ai piedi del Castello di Montalto Dora, si tratta di un lago originato dall’erosione glaciale, l’ultimo rimasuglio di ciò che è rimasto dell’ultima era glaciale.

E’ un lago d’acqua dolce, non molto profondo, dall’aspetto limpido e pulito. Si tratta di un ottimo luogo per pescare e la sua profondità permette l’utilizzo di barche al suo interno (è possibile affittare una barca alla locanda del lago). Un luogo rilassante e di calma assoluta,  l’ideale per trovare un po di pace.

Non è l’unico lago nella zona, sempre a Montaldo Dora, non molto distante dal Lago Pistono, c’è un altro lago, leggermente più piccolo, il Lago Nero. Altri punti d’interesse di Montalto Dora sono l’antica Villa Casana (anno 1732, non è visitabile essendo privata).

Il serbatoio dell’acqua dell’antica Villa Casana, una porta inquietante ed affascinante allo stesso tempo!

Altre foto:

Una vecchia strada di campagna a Montalto Dora.

La limpida acqua del Lago Pistono. Viene voglia di tuffarsi!!

Il castello-fortezza di Montalto Dora.

Guarda altre foto di Montalto Dora

Print Friendly
Italia - Piemonte

Autore articolo:

Amministratore e fondatore di questo sito, fotografo e videomaker. Ha iniziato a fotografare nel 2010, dal 2013 in poi ha iniziato ad esplorare posti abbandonati, realizzando e pubblicando video su Youtube. Instancabile, curioso ed un po' spericolato. E' sempre alla ricerca di ciò che è nascosto, e che attende d'essere documentato.

10 Responses to “Montalto Dora”

  1. Dax says:

    Articolo molto bello e ben curato! Le foto fanno venir voglia di andare a visitare questi luoghi! Bravo!

  2. Katia says:

    Ciao Alberto,
    ho visto le tue bellissime foto. Abito a Montalto e cerco sostegno, aiuto, suggerimenti per trovare il modo di “salvare” Villa Casana.
    Saluti Katia

    • Alberto Bracco says:

      Ciao Katia! Grazie mille! Non sono della tua zona (sono del Canavese), che problemi ci sono riguardo la Villa Casana?

    • alberico sonego says:

      Gentile Katia , ho letto la sua e-mail inviata ad ALBERTO BRACCO a riguardo di “Villa Casana” per l’interesse
      diretto che ho avuto per il passato sul sul complesso,,
      tanto da interessare recentemente il FAI,sono disponibile
      a dare aiuto e suggerimenti.

      Distinti saluti
      ALBERICO SONEGO

      cell.3347026720

  3. alberico sonego says:

    Egregio sig. ALBERTO GRACCO

    può segnalere il mio messaggio su Villa Casana alla
    Katia di Montalto Dora ?

    Grazie

    ALBERICO SONEGO

  4. alberico sonego says:

    A riguardo di “Villa Casana” di Montalto Dora non ho più
    avuto riscontro dalla Katya.Come posso mettermi in
    contatto:
    Grazie
    Alberico Sonego

  5. ALBERICO SONEGO says:

    Ho spedito questa mattina una lettera al Ministero
    dell’Interno – al Prefetto di Torino – Al Vaticano – al FAI – Al
    Sindaco di Montalto – Alla Soprintendenza di Torino –
    e alla Sentinella del Canavese a riguardo di VILLA CASANA.
    Avrei piacere di inviare una copia in PDF a lei perchè la possa
    girare alla Katya.Mi può dare indicazioni per trasmetterla?
    In attesa di riscontro,ringrazio e distintamente saluto.
    Alberico Sonego

  6. alberico sonego says:

    non ho avuto riscontro alla nota del 04/06/2013 a riguardo del
    documento inviato in PDF su “Villa Casana”
    Attendo notizie,grazie e rinnovati saluti
    Alberico Sonego

Lascia un commento