Orio Canavese

Mag 27, 2012 0 commenti by

E’ un minuscolo agglomerato di case, che come praticamente in tutti i casi, nasconde un antica storia e tante piccoli grandi segreti da scoprire! Parlando con i freddi numeri, Orio Canavese non dice praticamente nulla, ha 820 abitanti (circa), si estende sopra una superficie di 7,12 km², dista circa 32 Km da Torino e la sua altitudine parte da 275 metri fino a raggiungere i 430 metri. Il borgo si estende principalmente in lunghezza e si è strutturato seguendo la strada principale che praticamente lo attraversa completamente.

Osservando l’altitudine si nota immediatamente che il comune non si trova in pianura, ma bensì sopra una collina morenica, una delle principali ragioni per il quale il paese è sorto, essendo un ottimo punto di osservazione, ed avendo a disposizione la luce solare dall’alba al tramonto. Questo ha fatto sviluppare già dai primi dell’800 la produzione del vino, tradizione esistente ancora oggi.

Cenni storici del medioevo di Orio:

Non mi soffermerò molto su quest’argomento, essendo già ampiamente trattato nel sito ufficiale di Orio Canavese, mi basta dire che il nome di Orio molto probabiliste deriva da “Horreoum“, vale a dire “granaio” o “casolare rustico”. Le prime testimonianze di Orio derivano dal 1003, quando Arduino cedette Orio al diacono d’Ivrea. Nel Medioevo (come quasi sempre) ci fu un dominio di tipo feudale da parte della potentissima famiglia dei Marchesi di Monferrato e vari passaggi di mano come spesso avveniva all’epoca. In quell’era venne con molta probabilità costruito uno dei due vecchi castelli in cima alla collina, per difendere l’agglomerato urbano dai nemici e briganti. Il secondo castello (area Nord-Ovest) venne invece costruito nel ‘700, in sostituzione al vecchio castello, che già allora (come oggi) era un insieme di ruderi mangiati dalla vegetazione.

Una vecchia strada di Orio Canavese costruita in ciottoli.

Chiesa della Natività:

E’ forse la vera ragione di visitare Orio Canavese, si tratta di un luogo molto tranquillo e rilassante, una meta perfetta per scollegarsi anche per pochi minuti dalla frenesia quotidiana. La chiesa si trova in un punto alto del borgo, e da tale punto è possibile scorgere un suggestivo panorama della pianura. Un elemento di fondamentale importanza è costituito da un bellissimo ed affascinante campanile/torre dall’aspetto molto nostalgico ed antico, che doma al panorama un tocco molto raro da ammirare.

La suggestiva Torre che sovrasta Orio.

La chiesa è altresì molto vecchia, ma non si hanno notizie precise, purtroppo sono stati persi nei meandri dei secoli molti degli archivi storici, malgrado ciò, sicuramente la chiesa è stata costruita prima del 1252, anche se il suo aspetto attuale è sicuramente il frutto di numerose modifiche, come ad esempio la facciata (oggi in stile neoclassico) che venne modificata dall’architetto Martinelli di Strambino, è quindi certo, che prima del 1841 la struttura fosse diversa da quella che si vede oggi. Questo luogo è con molta probabilità l’antico cuore di Orio Canavese, ed è ipotizzabile che i primi agglomerati urbani si furono formati proprio intorno ad essa.

Esistono anche altre chiese all’interno di Orio canavese, ma i principali punti d’interesse sono il Castello e la Chiesa della Natività.

Video di Orio Canavese:

Ho fatto diversi video (montati insieme) ad Orio Canavese, principalmente intorno alla vecchia Torre ed alla chiesa della Natività:

Altre foto:

Print Friendly
Italia - Piemonte

Autore articolo:

Amministratore e fondatore di questo sito, fotografo e videomaker. Ha iniziato a fotografare nel 2010, dal 2013 in poi ha iniziato ad esplorare posti abbandonati, realizzando e pubblicando video su Youtube. Instancabile, curioso ed un po' spericolato. E' sempre alla ricerca di ciò che è nascosto, e che attende d'essere documentato.

Lascia un commento