Superga

Gen 23, 2012 5 Commenti by

Superga è uno dei più importanti e conosciuti colli di Torino, dovo sopra di essa giace l’omonima Basilica. Lo stesso Jean Jacques Rousseau mentre si trovava a Torino fece visita a questo luogo esclamando: «Io ho dinnanzi il più bello spettacolo che possa colpire l’occhio umano» persino il grande F. Nietzsche rimase affascinato da questo posto (malgrado il suo odio per tutto ciò che è vicino alle chiese). E posso confermalo anch’io, il panorama è stupendo, come si può vedere dall’articolo fotografico che ho scritto dopo esser salito in cima alla Basilica.

La tradizione vuole che questa basilica è stata costruita dopo una promessa di Vittorio Amedeo II, avvenuta il giorno in cui la città era assediata dai franco-spagnoli, esso promise a se stesso la costruzione di questa basilica nel caso di vittoria. Come possiamo vedere oggi, ciò avvenne… e nel maggio del 1715 iniziarono gli scavi sul colle.

La basilica venne edificata sopra una piccola abazia già esistente, che veniva utilizzata dai pochi abitanti di Superga. Ma ciò che voleva costruire Filippo Juvarra (il progettista della Basilica) era di dimensioni molto maggiori rispetto a quello che il colle poteva ospitare, pertanto venne abbassata la cima attraverso profondi scavi. Terminati gli scavi nel 1717, venne posata la prima pietra, il 20 Luglio di quell’anno, ed è in questa data che ufficialmente inizia la costruzione della basilica, che necessiterà di quattordici anni per essere ultimata, tra innumerevoli fatiche dato che per raggiungere la collina c’era solamente un piccolo sentiero ghiaioso e per trasportare l’innumerevole volume di materiali vennero esclusivamente utilizzati asini.

Per secoli questo luogo è stato utilizzato per le tombe dei Savoia, ancora oggi visitabili in un area della Basilica.

Nel 1884 venne aperta una funicolare per raggiungere più facilmente la cima del colle, per i più sportivi non è male salire a piedi in cima alla collina, sono tante le persone che ogni giorno per allenamento personale salgono correndo per i sentieri che serpeggiano fino in cima alla collina. Tornando a parlare della funicolare: per anni è stata gestita dai trasporti pubblici, oggi invece è stata trasformata in un attrazione turistica ed è gestita da privati. I vagoni sono ancora gli originali del 1884 e sono tra i più vecchi vagoni originali funzionanti in Italia, come la funicolare di Montecatini Terme (in Toscana).

In un articolo di Superga non si può non accennare alla tragedia aerea del 4 Maggio 1949, l’aereo che trasportava la squadra del Grande Torino si schiantò contro la collina, provocando la morte di tutti i passeggeri a bordo. Oggi sulla collina c’è un monumento in ricordo di questa tragedia. Scriverò anche un articolo dedicato a ciò nelle prossime settimane… quindi rimando momentaneamente l’argomento

Ecco alcune foto della Basilica di Superga (al momento non ho ancora caricato le foto dell’interno della Basilica):

Guarda altre foto di Superga

Print Friendly
Italia - Piemonte, Torino

Autore articolo:

Amministratore e fondatore di questo sito, fotografo e videomaker. Ha iniziato a fotografare nel 2010, dal 2013 in poi ha iniziato ad esplorare posti abbandonati, realizzando e pubblicando video su Youtube. Instancabile, curioso ed un po' spericolato. E' sempre alla ricerca di ciò che è nascosto, e che attende d'essere documentato.

5 Responses to “Superga”

  1. Albyphoto Blog - Superga says:

    […] Superga Pubblicato il 13/10/2011 da Alberto Bracco Tweet[Articolo trasferito, aggiornato e modificato su Albyphoto.it] […]

  2. Torino dall’alto says:

    […] Cupola della Basilica di Superga: […]

  3. San Mauro Torinese says:

    […] I due ponti di San Mauro Torinese visti da Superga. […]

  4. Riserva Naturale del Bosco del Vaj says:

    […] parco è costituito da due aree protette: una è la collina di Superga e l’altra è la Riserva Naturale Speciale del Bosco del Vaj (si dovrebbe leggere “Vai” o […]

  5. Faro della Vittoria (Torino) says:

    […] di Torino. La statua è posta in cima al Colle della Maddalena, sul lato opposto alla collina di Superga. Si tratta anche di una zona di Torino ricca di verde e natura, essedo all’interno del Parco […]

Lascia un commento