Villa della Regina (Torino)

Gen 17, 2013 2 Commenti by

Ho scritto già molti articoli su Torino, malgrado ciò c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire, come la Villa della Regina. Si trova sulla collina di Torino, in una zona a metà strada tra il lontano ed il vicino al centro della città… questo luogo non è molto conosciuto dai turisti e ci sono anche torinesi che non ne conoscono l’esatta ubicazione!

Non si tratta d’una Villa come tante altre, è un antico cimelio storico, sopravvissuto a secoli di guerre, abbandoni e generazioni. La villa venne progettata nel 1615 dall’architetto Ascanio Vitozzi (lo stesso che progettò il Palazzo Reale in Piazza Castello di Torino). Ospitò nel corso dei secoli molte mogli di Re della famiglia dei Savoia, ma fu anche adibito come ospedale di carità nel ‘700 (nel 1724 finì questa sua funzione, perché la struttura e le stanze non erano adatte a quest’utilizzo).

In questa villa passò personalmente Napoleone a cavallo, in una visita nel 1805. Nel corso dell’800 venne utilizzata nei modi più disparati: rifugio per suore di carità e missionari infermi, ospedale militare da campo (1809 – 1814), scuderia ed infine venduta a privati nel 1828. Nel corso di tale secolo entrarono nella villa personaggi come: Cavour, D’Azeglio, Cialdini, Gioberti, Rattazzi ecc… che fecero numerose riunioni al suo interno.

Durante i bombardamente della seconda Guerra Mondiale su Torino, la villa subì gravissimi danni, portandola per molti decenni ad un totale stato di abbandono. Danni strutturali, furti, intemperie non fecero altro che distruggere. Per restaurarla sono serviti più di dieci anni di duro lavoro. Oggi è sicuramente più simile a come fu un tempo.

L’interno pur non essendo arredato al 100% sono comunque ricchissimi d’opere d’arte bellissime… tantissime tele, dipinti ed affreschi, ad opera di artisti come: Giovanni Battista Crosato, Daniel Seyter, Corrado Giaquinto, Filippo Minei, Domenico e Giuseppe Valeriani. Interessanti i gabinetti cinesi, costruiti in pregiato legno laccato e dorato.

Purtroppo l’interno della Villa non è fotografabile, ma considerando che l’entrata è completamente gratuita, che è possibile fotografare liberamente nei giardini, direi che è una scelta che si può considerare accettabile. In quest’articolo quindi ci sono solo foto della parte esterna della villa.

Altre foto:

Foto: © – bluestardrop – Andrea MucelliCreative Commons

Foto: –  bluestardrop – Andrea MucelliCreative Commons – dal giardino della villa è possibile godere di un bellissimo panorama di Torino dall’alto.

Print Friendly
Italia - Piemonte, Torino

Autore articolo:

Amministratore e fondatore di questo sito, fotografo e videomaker. Ha iniziato a fotografare nel 2010, dal 2013 in poi ha iniziato ad esplorare posti abbandonati, realizzando e pubblicando video su Youtube. Instancabile, curioso ed un po' spericolato. E' sempre alla ricerca di ciò che è nascosto, e che attende d'essere documentato.

2 Responses to “Villa della Regina (Torino)”

  1. Warco says:

    Che colori!

  2. Albyphoto Blog - Villa Regina (Torino) in Bianco e Nero says:

    […] siete di Torino. è comunque probabile che non siate mai stati a Villa Regina, per qualche strana ragione sono molti i torinesi che non ci sono mai stati… oltretutto si […]

Lascia un commento